LA PIZZA CREA DIPENDENZA: LA SCIENZA SVELA IL PERCHÈ

Ebbene sì, quello che da sempre tutti crediamo, si è rivelato verità! La pizza è uno dei cibi che dà più assuefazione, proprio come se si trattasse di una droga alimentare. A dimostrarlo è stato un team di ricercatori dell’Università del Michigan. Per gli scienziati, la pizza sarebbe infatti il cibo che meglio sposa grassi, carboidrati e sale, tutti ingredienti che il nostro corpo cerca e che attivano il circuito cerebrale della ricompensa.
Un ruolo importante tra gli ingredienti della pizza lo riveste la caseina, proteina del latte che durante la digestione rilascia le caseomorfine, le quali agiscono sui ricettori della dopamina, l’ormone del piacere e della ricompensa, aumentandone così la produzione.
A rendere la pizza la regina delle tavole contribuiscono anche gli aspetti psicologici. Tanto per cominciare, i suoi colori e i suoi profumi sono particolarmente adatti a coinvolgere il nostro cervello, ma un ruolo non secondario va cercato nell’istintivo abbinamento che facciamo tra la pizza e i momenti piacevoli in compagnia degli amici.
Per tutti questi motivi, nella classifica dei cibi che creano una sorta di dipendenza, la pizza sembra superare persino la cioccolata. A seguire, si trovano patatine, biscotti e gelato, cibi in grado di innescare nel cervello potenti meccanismi di ricompensa.
Ma attenzione, c’è da dire che una pizza Margherita cucinata con ingredienti freschi, fa anche bene! Essa è un alimento completo di antiossidanti e fibre grazie al pomodoro, di carboidrati grazie ai cereali, di proteine grazie al formaggio. È, insomma, uno dei piatti che seguono i dettami della dieta mediterranea.
Udite, udite: i maggiori consumatori di pizza al mondo sono gli americani! Negli Stati Uniti si sfornano quasi 900 milioni di pizze l’anno, ovvero 13 kg a testa contro gli 8 kg scarsi degli italiani (in Italia, al primo posto, rimane la pasta).
Ed ecco quindi, mancava solo la scienza a confermarci quello che già sapevamo dentro di noi: alla pizza non potremo mai dire di no!